Scuola e Web – La Segreteria on-line

A cura del Rag. Pino Durante (Assistente Amministrativo) - Portale di informazione Normativa sul mondo della Scuola e sull'amministrazione delle Istituzioni Scolastiche

FLC CGIL Scuola

Repubblica.it > Scuola

Repubblica.it: gli ultimi articoli della sezione Scuola Repubblica.it > Scuola

ANIEF - Associazione Sindacale Professionale

  • Sono state rese note le bozze della tabella di valutazione titoli del prossimo concorso a cattedra che impegnerà nelle varie prove concorsuali migliaia di docenti precari abilitati e non. Ai fini dell’esito della selezione, grande rilevanza avrà il servizio svolto. Premesso che l’insegnamento prestato su posti di sostegno è valutato solo nella specifica procedura concorsuale, come regola generale il Miur ha deciso di valutare come anno scolastico il servizio prestato a tempo determinato, per un periodo continuativo non inferiore a 180 giorni per ciascun a.s. Viene anche considerato valido il servizio svolto nei percorsi di formazione professionale, di cui al capo III del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226.   Leggi tutto...

  • Dalle anticipazioni sui contenuti del bando per il concorso riservato ai docenti abilitati sembra confermata l’esclusione di numerose categorie che hanno diritto all’ammissione alla fase transitoria: docenti già di ruolo, ITP inseriti in Gae o in seconda fascia GI dopo il 31 maggio, diplomati Accademia di Belle Arti o Conservatorio, docenti abilitati all’Estero in attesa di riconoscimento del titolo. Anief ha attivato anche un ricorso contro la mancata attivazione di analoga procedura riservata per i docenti abilitati della scuola Primaria e dell’Infanzia. Illegittima anche la mancata valutazione del servizio prestato su per chi concorre su classe di concorso. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): ancora una volta il Ministero non ha voluto ascoltare i nostri consigli. Chiederemo ai giudici di porre rimedio all’illegittima esclusione di chi ha diritto a partecipare alla fase transitoria per abilitati e di consentire la valutazione corretta di tutto il servizio prestato, anche quello su sostegno. Leggi tutto...

  • E’ fondamentare ascoltare e monitorare con cura i giovani per vincere sfide educative di oggi. La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, in occasione delle due giornate di ascolto e dibattito che si sono svolte a Roma il 19 ed il 20 Novembre, per esporre le attività le iniziative del Gruppo sull’adolescenza istituito dalla Ministra e guidato da Anna Serafini. Da maggio ad oggi il Gruppo ha svolto otre 70 audizioni raccogliendo sollecitazioni e proposte. Fra queste proprio la costituzione dell’Osservatorio che, come ha spiegato la Ministra, “potrà svolgere azioni di studio, di rilevazione e creare rapporti annuali che possano orientare gli interventi legislativi e di sistema, con la collaborazione di tutte le componenti del quadrilatero educativo: famiglia, scuola, istituzioni, associazioni-società. La corresponsabilità educativa è imprescindibile, anche per questo, martedì 21 novembre, sarà rinnovato il Patto di corresponsabilità educativa tra scuole e famiglie per sancire in modo più formale e concreto la necessità di una alleanza forte fra scuola e famiglia”. Il fine di queste attività è quello di creare una sinergia d’intenti ed una collaborazione che metta gli adolescenti nelle condizioni di affrontare questa complessa fase di vita con il giusto sostegno. La Ministra ha sottolineato: “Perché tutto questo porti frutto, inutile dirlo, è necessario che i percorsi messi in campo siano condivisi con le famiglie. Non a caso proprio domani verrà rilanciato il Patto di corresponsabilità educativa tra scuole e famiglie: è un passo fondamentale per sancire in modo più formale e concreto la necessità e l’importanza di un’alleanza educativa forte, che metta al centro i diritti, le esigenze e i sogni delle nuove generazioni”. Tra le numerose problematiche quelle più frequenti sono sicuramente i disturbi dell’alimentazione, diffusissime nel periodo adolescenziale, nel quale i corpi subisco un cambiamento repentino e spesso viene a mancare un bagaglio emozionale ed esperienziale adeguato ad una sana gestione delle pulsioni e dei bisogni fisiologici. Nella gestione della classe, la condivisione degli spazi e dei tempi, palesa i disturbi alimentari e le tendenze di estremizzare privazioni ed eccessi tipici di tale fase di crescita. Tali nevrosi sono frequenti, Eurosofia, ha ritenuto, pertanto, indispensabile creare un corso di aggiornamento specifico per tali disturbi con lo scopo di fornire ai docenti gli strumenti più efficaci per sostenere gli alunni che soffrono di tali patologie. Scegli di implementare le tue competenze con il corso di aggiornamento professionale riconosciuto dal Miur: “I disturbi dell’alimentazione: relazione educativa e gestione della classe”. Leggi tutto...

  • Preso atto del farraginoso testo predisposto dal Miur per la selezione di 2.899 nuovi capi d’Istituto, il giovane sindacato ribadisce il suo suo “no” alla discriminazione dei docenti precari, per i quali l'Anief aveva già ottenuto ragione in tribunale nelle precedenti selezioni del 2011. Dall’amministrazione centrale disco rosso anche per i docenti neo-immessi in ruolo e per tutto il personale di ruolo che non ha ancora superato l'anno di prova: pure in questo caso, ci sono grossi margini di illegittimità e quindi l’ultima parola spetterà ai giudici. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Tuteleremo come sempre i diritti dei lavoratori della scuola cui illegittimamente il Miur vuole precludere l'accesso ai ruoli dirigenziali, proponendo nuovamente ricorso e sostenendo ancora una volta in tribunale coloro che il Ministero dell'Istruzione ha deciso di escludere dalla dirigenza della scuola pubblica. Gli esiti favorevoli delle precedenti battaglie legali ci dicono che per gli esclusi vale la pena insistere su questa strada. Possono aderire al ricorso Anief tutti i docenti precari abilitati in possesso di laurea (magistrale, specialistica o del vecchio ordinamento, oppure di diploma accademico di II livello o diploma accademico di vecchio ordinamento) che hanno prestato almeno 5 anni di servizio utile (180 giorni di servizio per anno scolastico, prestato anche in modo non continuativo, oppure servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale) con contratti a tempo determinato in scuola statale o paritaria. L'Ufficio legale Anief ritiene di poter considerare validi, ai fini del computo dei 5 anni di servizio per i ricorrenti, anche gli anni di svolgimento del dottorato di ricerca, purché già conseguito. Il sindacato ricorda che sono ancora aperte le preadesioni agli specifici ricorsi predisposti dal nostro sindacato e che tutti gli iscritti Anief possono usufruire di tariffe agevolate per l'iscrizione ai corsi di preparazione al concorso DS organizzati dall'Ente Eurosofia.   Leggi tutto...

  • È stato pubblicato il bando della Provincia Autonoma di Trento che indice il prossimo concorso per 30 posti di Dirigente Scolastico nella provincia: alla luce dei contenuti riportati nel testo, consultabile sul Bollettino ufficiale della Regione trentina, si ribadisce il ricorso Anief attraverso il quale si intende far partecipare alle selezioni i supplenti abilitati, laureati o i neo-immessi in ruolo dal 1° settembre 2017 con sette anni di servizio “anche a tempo determinato”. È ritenuto valido dallo studio legale anche il servizio prestato come dottore di ricerca ai fini del raggiungimento dei 7 anni di servizio. Marcello Pacifico (presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal): Non è possibile che in un concorso pubblico si continui a discriminare il personale precario della scuola, non ritenendolo idoneo all'accesso ai ruoli della dirigenza scolastica nonostante abbia tutti gli altri requisiti richiesti: esiste una direttiva comunitaria che deve essere rispettata.   Leggi tutto...

Istituto Comprensivo - Diamante e Buonvicino

Progetti PON Obiettivo F1  (a.s. 2011-2012)
scuolaVia Amendola 18
87023 Diamante (CS)

Tel. e Fax 0985 81036
CSIC836001@istruzione.it
scuola-diamante

pdf
Visualizza

 

RELAZIONI FINALI:

MI IMMERGO 

ESPLORANDO

SPORT INSIEME

MI RISCOPRO

IL MUSICAL NEL CUORE

SPORTIVAMENTE

 


 

 

RELAZIONE FINALE “MI IMMERGO”

Il  Progetto PON “MI IMMERGO”, Azione F1- FSE 2011- 25, “Competenze per lo Sviluppo” è stato realizzato nella Scuola secondaria di I grado del Comune di Diamante; è stato assiduamente frequentato da 20 alunni e si è posto la finalità di far conoscere il nostro mare nei suoi vari aspetti.

Il  modulo didattico è stato articolato in cinque sezioni: biodiversità ed ecosistemi; 1’ inquinamento marino e le sue cause; le risorse marine sfruttate dall’uomo; incontri con rappresentanti di Enti presenti sul territorio ed escursioni guidate per esplorare il territorio. I ragazzi sono stati accompagnati in un percorso conoscitivo dei concetti di base dell’ecologia e della biodiversità con l’aiuto di presentazioni in Power Point.

Sono stati organizzati lavori di gruppo per favorire la socializzazione e il rispetto reciproco. E’ stata effettuata una escursione nel territorio per fornire una visione diretta ed immediata dei fenomeni di inquinamento che interessano il luogo; i ragazzi hanno esplorato le zone sotto la supervisione dei docenti, raccogliendo anche il materiale per la realizzazione dei lavori finali. Inoltre, i ragazzi sono stati ospiti della locale sede della Capitaneria di Porto e del Comandante che ha loro illustrato i compiti della Guardia costiera nell‘ambito della salvaguardia del mare, in particolare il controllo della pesca illegale. Nel corso dello svolgimento delle attività,è stato organizzato un incontro con un rappresentante del Parco Marino Riviera dei Cedri che ha illustrato il valore delle aree protette e la loro distribuzione sul territorio e una lezione tenuta da un Istruttore Subacqueo della Federazione Italiana, che ha mostrato ai ragazzi le attrezzature occorrenti per immergersi, foto e video girati durante le immersioni.

I ragazzi hanno realizzato alcuni plastici , diorami, che rappresentano gli angoli reali del territorio, visitati durante le escursioni; tutti hanno rivelato interesse ed entusiasmo chiedendo anche l’approfondimento di particolari temi, ad esempio l’inquinamento del mare e la pesca illegale. Prodotto finale del Progetto sono due plastici riguardanti il porto e la Riviera Blu e dei cartelloni realizzati con materiale reperito sulla spiaggia.

Nell’ultimo incontro, è stato somministrato un questionario di gradimento del corso.


 

RELAZIONE FINALE “ESPLORANDO”

Il  Progetto PON “ESPLORANDO”, Azione F1- FSE 2011- 25, “Competenze per lo Sviluppo” è stato realizzato nella Scuola secondaria di I grado del Comune di Buonvicino; è stato assiduamente frequentato da 25 alunni e si è posto la finalità di far conoscere ai ragazzi il proprio territorio.

Il  corso si è articolato in tre moduli principali: la riscoperta del proprio territorio con la sua storia e le sue peculiarità; il territorio come risorsa naturale all’interno del Parco Nazionale del Pollino e l’analisi delle problematiche ambientali ed eco- sostenibilità.

Nella prima fase i ragazzi sono stati guidati alla riscoperta del proprio territorio ricostruendone la storia attraverso i nomi delle contrade e riscoprendo vecchie tradizioni agricole. Nella seconda parte è stato considerato il territorio come parte del Parco Nazionale con le sue peculiarità sulla flora e sulla fauna: sono state così effettuate delle escursioni per osservazioni sulla vegetazione, i lecci e il sottobosco; da ciò è derivato il discorso su ambiente naturale ed artificiale (agricolo) e quindi lo sfruttamento del territorio da parte dell’uomo e le conseguenze. E’ stato perciò conseguente sviluppare l’argomento delle problematiche ambientali e 1 ‘acquisizione di comportamenti ecosostenibili. Per concretizza re i concetti e le finalità del modulo, è stata analizzata i ‘impronta ecologica per ogni corsista (ettari di terreno necessari per poter svolgere la nostra vita, in funzione delle reali risorse che il nostro territorio offre). I ragazzi hanno concretizzato il lavoro svolto con poster esplicativi realizzati in gruppo ed esposti al pubblico nella giornata della manifestazione finale. E’ stato realizzato un D VD che raccoglie le esperienze più significative del corso. Il Progetto ha raccolto grandi consensi da parte di tutte le persone coinvolte; notevole è stata la soddisfazione dei genitori dei ragazzi.

Nell’ultimo incontro, è stato somministrato un questionario di gradimento del corso.

 


 

 

RELAZIONE FINALE “SPORT INSIEME”

Il Progetto PON “SPORTIVAMENTE” - Azione F1- FSE 2011- 25, Competenze per lo Sviluppo” è stato realizzato nella Scuola primaria del Comune di Diamante ed è stato assiduamente frequentato da 20 alunni; si è posto lo scopo di riprodurre, in un contesto di laboratorio, le esperienze e le abilità che poi vengono trasferite all’esterno, sperimentando le possibili situazioni che si affrontano, esplorando in modo attivo gli atteggiamenti e le emozioni sia proprie che altrui.

Attraverso una didattica innovativa caratterizzata dall’individualizzazione e personalizzazione del percorso formativo, gli alunni sono stati magistralmente guidati verso la realizzazione di abilità, conoscenze e competenze quali: capacità di prendere decisioni e di affrontare e risolvere in modo costruttivo i problemi quotidiani; sviluppo della creatività e del pensiero critico; comunicazione efficace, ovvero: esprimersi in modo appropriato al contesto ed all’interlocutore; empatia: mettersi nei panni degli altri; gestione dell’emozione e dello stress: capacità di riconoscere e regolare le proprie emozioni e gli stadi di tensione; efficacia personale e collettiva: convinzione di poter organizzare efficacemente una serie di azioni necessarie a fronteggiare nuove situazioni, prove e sfide e di poter realizzare obiettivi comuni al gruppo dei pari.

Attraverso la pratica del minivolley e del minibasket sono state affinate le capacità coordinative generali( capacità: di apprendimento motorio, di controllo motorio, di adattamento e trasformazione dei movimenti) e le capacità coordinative speciali (capacità: di equilibrio, di combinazione motoria, di orientamento, di differenziazione spazio- temporale, di anticipazionemotoria, di creare nuovi movimenti).

11 corso è stato frequentato con assiduità ed entusiasmo dagli alunni iscritti i quali, per la puBblicizzazione degli esiti, si sono impegnati in una prova in palestra; questa verifica finale caratterizzata da esibizione individuale e di squadra nelL‘ambito di giochi strutturati di minivolley e partita di minibasket, hanno evidenziato gli ottimi risultati raggiunti dai singoli alunni partecipanti . Grazie all‘impostazione metodologica del gioco- sport, la soddisfazione dell‘esperto è stata enorme; l‘attività dei tutor interni è stata sinergica e partecipante e grandi sono stati il gradimento degli alunni e 1 ‘apprezzamento dei genitori.

Nell’ultimo incontro, è stato somministrato un questionario di gradimento del corso.

 


 

 

RELAZIONE FINALE “MI RISCOPRO”

Il  Progetto PON “MI RISCOPRO” Azione F1- FSE 2011- 25, “Competenze per lo Sviluppo” è stato realizzato nella Scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Diamante ed è stato assiduamente frequentato da 20 genitori degli alunni iscritti ai Progetti PON ; è stata data ai genitori corsisti la possibilità di poter usufruire dell’assistenza parentale per i propri figli in età scolare, dalle ore 15,00 alle ore 18,00. Le due assistenti parentali hanno svolto il loro compito con serietà, professionalità, precisione, per un totale di 80 ore.

11 corso ha avuto la finalità di far realizzare ai genitori delle conoscenze, abilità e competenze specifiche frequentando un laboratorio pratico- operativo in cui sono stati manipolati vari materiali, soprattutto riciclati, e sono state usate varie tecniche per creare manufatti originali tramite il decoupage, la creazione di oggetti artistici la stampa su stoffe, il patchwork su polistirolo, la creazione di gioielli con varie tecniche.

Le 60 ore di corso sono trascorse molto piacevolmente. L ‘esperta e l’insegnante tutor, con le loro competenze, sono mirabilmente riuscite a trasformare le corsiste (19) e il solo corsista in un gruppo affiatato e coeso che ha lavorato con passione e ha frequentato assiduamente il corso con entusiasmo e spirito di collaborazione. I risultati sono stati eccellenti. Per la pubblicizzazione degli esiti, è stata allestita una mostra che ha riscosso un notevole successo per i numerosi manufatti esposti e la loro pregevole fattura: oggetti decorativi, piatti e tegole abbellite con decoupage, cestini creati con lo spago e rifiniti con nastrini e fiori, grandi cuscini cuciti con la tecnica del patchwork, palline per 1 ‘albero di Natale decorate con stoffe colorate, orecchini e collane, oggetti in creta, stampe su asciugamani e stoffe varie.

Per i corsisti è stata un ‘esperienza bellissima; per le docenti è stato un percorso molto soddisfacente in quanto hanno realizzato risultati ottimi e facilmente visibili da tutti.

Nell’ultimo incontro, è stato somministrato un questionario di gradimento del corso.

 


 

 

RELAZIONE FINALE “IL MUSICAL NEL CUORE”

Il  Progetto PON “IL MUSICAL NEL CUORE”, Azione F1- FSE 2011- 25, “Competenze per lo Sviluppo” è stato realizzato nella Scuola secondaria di I grado del Comune di Diamante ed è stato assiduamente frequentato da 18 alunni; si è posto lo scopo di allestire e realizzare uno spettacolo teatrale- musicale valorizzando le abilità di ciascun alunno partecipante unendo tre forme espressive: la recitazione, il canto e la danza. La realizzazione del musical ha avuto anche il fine, vista la realtà del territorio e l’età critica dei ragazzi, di distoglierli da tentazioni e tenerli al riparo da devianze e comportamenti a rischio. La formazione musicale- teatrale degli alunni ha voluto così favorire l’acquisizione di competenze relazionali, sociali, educative, ludiche, psicomotorie, espressive, creative, ambientali e di integrazione con i ragazzi diversamente abili. Un valore aggiunto di questo corso è stato appunto rappresentato dalla felicità che si leggeva sui viso degli alunni diversamente abili durante tutti gli incontri e le prove.

E’ stato fornito agli alunni: un copione del musical su cui essi hanno dapprima improvvisato e, in un secondo momento,studiato, i testi delle canzoni, dei Cd contenenti canzoni e basi musicali su cui cantare e ballare. Per permettere agli alunni di esprimersi appieno , oltre all ‘assegnazione dei ruoli ed ai vari esercizi d ‘improvvisazione, essi sono stati liberi di scegliere delle coreografie da eseguire durante lo spettacolo: per responsabilizzarli, sono stati invece coinvolti nelle “difficoltà” che si incontravano man mano nel percorso ed hanno reagito in maniera soddisfacente; si è deciso insieme nella scelta dei costumi e degli oggetti di scena. Lavorando in gruppo, i ragazzi hanno socializzato ed interiorizzato Valori di vita e tecniche di recitazione fondamentali.

E’ stato scelto il musical “Reality Sciò “: la storia è quella di un gruppo di ragazzi di scuola media che, come tanti, sono attratti dal mondo dello spettacolo e propriamente dai Reality Show. Dopo diverse vicissitudini che accomunano le esperienze dei vari personaggi, “la morale della favola” si riassume in poche parole: importante non è apparire e mostrarsi sotto vesti che non appartengono alla propria persona, ma impegnarsi, studiare per qualcosa in cui si crede, perché la mediocrità a lungo andare non paga e, soprattutto, non porta a niente di buono.

Alla fine del corso, i ragazzi si sono esibiti nella rappresentazione del musical, nella palestra della scuola, alla presenza di un numerosissimo pubblico. E’ stato un magnifico successo!

Nell’ultimo incontro, è stato somministrato un questionario di gradimento del corso.

 


 

 

RELAZIONE FINALE “SPORTIVAMENTE”

Il Progetto PON “SPORTIVAMENTE”, Azione F1- FSE 2011- 25, Competenze per lo Sviluppo” è stato realizzato nella Scuola primaria del Comune di Diamante ed è stato assiduamente frequentato da 20 alunni; si è posto lo scopo di riprodurre, in un contesto di laboratorio, le esperienze e le abilità che poi vengono trasferite all’esterno, sperimentando le possibili situazioni che si affrontano, esplorando in modo attivo gli atteggiamenti e le emozioni sia proprie che altrui.

Attraverso una didattica innovativa caratterizzata dall’individualizzazione e personalizzazione del percorso formativo, gli alunni sono stati magistralmente guidati verso la realizzazione di abilità, conoscenze e competenze quali: capacità di prendere decisioni e di affrontare e risolvere in modo costruttivo i problemi quotidiani; sviluppo della creatività e del pensiero critico; comunicazione efficace, ovvero: esprimersi in modo appropriato al contesto ed all’interlocutore; empatia: mettersi nei panni degli altri; gestione dell’emozione e dello stress: capacità di riconoscere e regolare le proprie emozioni e gli stadi di tensione; efficacia personale e collettiva: convinzione di poter organizzare efficacemente una serie di azioni necessarie a fronteggiare nuove situazioni, prove e sfide e di poter realizzare obiettivi comuni al gruppo dei pari.

Attraverso la pratica del minivolley e del minibasket sono state affinate le capacità coordinative generali( capacità: di apprendimento motorio, di controllo motorio, di adattamento e trasformazione dei movimenti) e le capacità coordinative speciali (capacità: di equilibrio, di combinazione motoria, di orientamento, di differenziazione spazio- temporale, di anticipazione motoria, di creare nuovi movimenti).

11 corso è stato frequentato con assiduità ed entusiasmo dagli alunni iscritti i quali, per la pubblicizzazione degli esiti, si sono impegnati in una prova in palestra; questa verifica finale caratterizzata da esibizione individuale e di squadra nell‘ambito di giochi strutturati di minivolley e partita di minibasket, hanno evidenziato gli ottimi risultati raggiunti dai singoli alunni partecipanti . Grazie all ‘impostazione metodologica del gioco- sport, la soddisfazione dell‘esperto è stata enorme, I‘attività dei tutor interni è stata sinergica e partecipante e grandi sono stati il gradimento degli alunni e i ‘apprezzamento dei genitori.

Nell’ultimo incontro, è stato somministrato un questionario di gradimento del corso.

 

Articoli correlati

Vedi Demo Albo Pretorio

albo-logo

Pubblicità Progetti

progetti pon 14-20

powered by Informatica e Didattica S.a.s. - © Tutti i diritti riservati