Scuola e Web - La Segreteria on-line

A cura del Rag. Pino Durante (Assistente Amministrativo) - Portale di informazione Normativa sul mondo della Scuola e sull'amministrazione delle Istituzioni Scolastiche

ANIEF - Associazione Sindacale Professionale

  • In questi giorni il mondo della scuola si sta contrapponendo al governo contro un ddl che scontenta tutti e che presenta numerose criticità. I docenti sono in prima linea nella lotta per una scuola davvero buona, che possa cambiare in meglio l'istruzione e l'Anief è al loro fianco. L'Anief si batterà per il rispetto dei diritti dei docenti, degli educatori e degli ata. La piaga del precariato nella scuola è ben lontana dal risolversi, anche perché il governo, pur avendo un numero maggiore di posti disponibili, circa 100.000 saranno le supplenze al 30 giugno su posti vacanti nell'anno scolastico 2015/2016, ha deciso di non stabilizzare tutti i docenti che han diritto all'assunzione. Leggi tutto...

  • Il dato è confermato dal Rapporto annuale dell’Istat: per le buste paga dei lavoratori pubblici nel 2011 erano stati spesi 169.615 milioni di euro, ma l’anno successivo la medesima spesa è scesa a 166.130 milioni (-2,1%); nel 2013 si è registrato ancora un calo, con la quota complessiva ridotta a 164.910 milioni (-0,7%); dato confermato nel 2014, quando la spesa è passata a 163.874 milioni (-0,6%). I lavoratori statali sono gli unici, inoltre, che nel 2014 non hanno fatto registrare alcun aumento nella paga oraria. Il paradosso è che il blocco stipendiale nella PA non ha prodotto alcun vantaggio per la collettività: la pressione fiscale “è rimasta pressoché stabile” e “il debito pubblico è in aumento”. Marcello Pacifico (Anief-Confedir): occorre subito procedere allo sblocco dell’indennità di vacanza contrattuale per ancorare gli stipendi base della scuola, cresciuti negli ultimi anni appena dell’8%, a fronte di quelli della PA del 9% e al costo della vita salito del 12%. Come è possibile che al blocco degli stipendi degli statali non sia corrisposto alcun vantaggio sotto forma di Pil, né di carattere fiscale? Anziché parlare di merito per pochi eletti, il Governo farebbe bene a voltare pagina e a rivedere tutto. Ad iniziare dalla riforma sulla scuola. Dove la prima cosa da fare è riallineare gli stipendi di tutto il personale all’inflazione. Leggi tutto...

  • Dopo le dichiarazioni sulla scuola fatte da Renzi negli ultimi giorni il leader dell'Anief Marcello Pacifico mette i puntini sulle i tornando su due questioni centrali: precariato e possibilità di un referendum popolare qualora il Senato non dovesse intervenire sui punti del Ddl ritenuti più lesivi del profilo professionale dei docenti. Leggi tutto...

  • Pubblichiamo alcuni articoli sui precari Renzi ha ragione: la scuola non è un ufficio di collocamento. Allora il Governo li assuma tutti e subito. La Commissione UE risponde alla prima denuncia: le assunzioni non sono un "regalo" del Governo, ma imposte da Bruxelles e su sciopero degli scrutini: sì dell'Anief. Leggi tutto...

  • Adesione dell'ANIEF agli scioperi brevi nel comparto scuola indetti dai COBAS, UNICOBAS SCUOLA e USB PI. COMUNICAZIONE AI SENSI DELL'ARTICOLO 2, COMMA 6, DELLA LEGGE 12 GIUGNO 1990, N. 146 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI. Leggi tutto...

FLC CGIL Scuola

OS News

MEF - Assegno per nucleo familiare

noipa

02 maggio 2013

M.E.F./NoiPa – Informativa n° 60/2013 del 02/05/2013 – Assegno per nucleo familiare – Interventi anno 2013

Data

Roma, 2 maggio 2013

Messaggio

060/2013

Destinatari

Utenti Tutti

Tipo

Informativa

Area

Stipendi (o pensioni)

 

OGGETTO: Assegno per nucleo familiare – interventi anno 2013.

La normativa vigente prevede che la domanda di rideterminazione dell’assegno al nucleo familiare possa essere presentata all’Ufficio Responsabile del trattamento economico, non appena il dipendente è in possesso dei redditi complessivi relativi all’anno precedente.

Analogamente a quanto operato gli scorsi anni, a decorrere dal 1° luglio 2013, è prevista la sospensione automatica del pagamento di tutti gli assegni per nucleo familiare impostando come reddito familiare l’importo di € 1.000.001,00, escludendo eventuali situazioni già aggiornate con i redditi 2012.

Il personale interessato, riceverà un apposito messaggio nell’area riservata del portale NoiPA, a decorrere dal mese di maggio, con l’invito a ripresentare al più presto la domanda dell’assegno al nucleo familiare valida dal 1° luglio.

Si rammenta che, nel modello di domanda disponibile sul sito “NoiPA”, nella sezione “Modulistica”, vanno indicati i redditi percepiti nell’anno 2012, compresi i redditi a tassazione separata (presenti nei campi 351 e 353 del modello CUD/2013). Tali redditi possono essere desunti dal modello CUD/2013, dal modello 730/2013 o dal modello Unico 2013.

Si chiede la collaborazione di tutti gli Uffici Responsabili del trattamento economico nel dare massima priorità alle segnalazioni per assegno al nucleo familiare al fine di evitare disagi all’utenza.

  IL DIRIGENTE

   Roberta LOTTI


 

Articoli correlati

Vedi Demo Albo Pretorio

albo-logo

Pubblicità Progetti

pubblicita-progetti

powered by Informatica e Didattica S.a.s. - © Tutti i diritti riservati